Realizzazione del Bordo Ciliare con il CAD 3D

Realizziamo con questo capitolo la seconda “PARTE” del nostro progetto: IL BORDO CILIARE.

Si parte in questo caso dallo schizzo della Sclera realizzato in precedenza. Se non possediamo questo punto di partenza dovremo stare molto attenti a riportare una circonferenza di 81 mm, essendo questa la dimensione principale e vincolante del disegno. La non corrispondenza tra diametro interno della CORNEA e il diametro esterno del BORDO CILIARE ci impedirà di effettuare l’appaiamento corretto delle due parte sia rendendo il tutto inutilizzabile.

Quindi apriamo il disegno fatto in precedenza:

  • FILE – APRI – “nome che abbiamo salvato la parte SCLERA”
  • Immediatamente salviamo con il nome “BORDO CILIARE

>>> FILE – SALVA CON NOME – (scrivere “bordo ciliare” e confermare)

Questa operazione è determinante per non sovrascrivere sul file generato in precedenza modificandolo. (ci sono comunque altre strade per evitare questo ma esulano da questa presentazione

 

 

A questo punto sulla sinistra ci apparirà una situazione simile a quella che vediamo. (notare la scritta bordo ciliare che ci indica il nome del file)

Selezioniamo sulla destra la voce REVOLUTION clicchiamo sul tasto DEL o CANC

 

 

Eseguendo quanto sopra rimaniamo con il profilo della SCLERA avendo tolto dal disegno la FUNZIONE (lavorazione) della “Estrusione in RivoluzioneEntriamo nel disegno (Sketch) e modifichiamolo.

  • Clicchiamo con il tasto DX del mouse su Sketch (il profilo da bordo bianco diventa verde)
  • Ci appare una finestra dove confermeremo con il tasto SX la voce in grassetto “modifica lo schizzo

Ecco il risultato:Cambiamo la modalità di lavoro da “START” a “SKETCHER” in modo da avere a disposizione le icone delle “ENTITA’” (linea – cerchio – polilinea – poiligoni ecc ecc)

A questo punto con l’entità “POLILINEA” realizziamo un profilo simile a quello in figura con indicato la sequenza da seguire. In fondo per ultimare la polilinea cliccare su ESC:

Non preoccupiamoci in questo momento delle quote e dei vari vincoli che vedremo tra brevissimo.

VINCOLI

Lavorare con i “VINCOLI” non solo è determinante ma è indispensabile. Lo abbiamo già fatto nel realizzare la parte SCLERA ma non ci siamo soffermati più di tanto per non appesantire troppo la spiegazione ma adesso…..come dire….CI TOCCA!!!

I vicoli sono gestiti da queste icone:

Il fatto che appaiano in grigio significa che non ci sono ancora le condizioni per usarle nel disegno. (questa regola vale per TUTTE le icone)

Ecco il significato delle prime 4 icone da SX a Dx che sono quelle che utilizzeremo:

  • Vincolo di coincidenza tra due punti
  • Vinvolo di coincidenza tra un punto e un oggetto
  • Vincolo verticale della linea
  • Vincolo orizzontale della linea

Come vediamo dal profilo tracciato la linea dal punto 5 al punto 6 deve essere orizzontale mentre il punto finale deve chiudere il profilo. Vediamo come fare

  • Selezionare la linea (quella tra il punto 5 e 6). Notiamo che cambia il colore diventando verde.
  • Nello stesso istante le icone dei VINCOLI sono diventate ROSSE e quindi selezionabili

 

 

 

  • Cliccare sulla linea orizzontale

Noteremo che la linea selezionata ha un orientamento (vincolo) orizzontale

 

 

 

 

La presenza del vincolo sarà visibile dalla esplicita simbologia. (vedi fig. a lato).  Il vincolo non è solo una rappresentazione visibile ma impartisce al programma che ogni variazione il determinato vincolo DEVE essere rispettato. In poche parole questa linea sarà sempre orizzontale e non potrà assumere orientamenti diversi vino a quando il vincolo rimane. (Vedremo all’occorrenza come levare i vincoli.)

L’ultima linea deve essere COINCIDENTE al punto dell’arco inferiore della sclera. Questo creerà un PROFILO CHIUSO. La “coincidenza” tra due punti di una linea o la “coincidenza” tra un punto e una entità non è altro che un VINCOLO.

Vediamo come fare:


Per prima cosa selezioniamo i due punti che passeranno dal ROSSO al VERDE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Selezionare il vincolo di coincidenza

 

 

 

Ecco il risultato che dobbiamo ottenere: >>>>>>>>>>>>

notiamo che la linea è coincidente al punto ma non è Verticale come vorremmo. Per fare questo dobbiamo:

  1. Selezionare la linea che assumerà un colore VERDE
  2. Clicchiamo sulla icona di VINCOLO VERTICALE

 

 

 

 

 

 

             Risultato finale: >>>>>>>>>>>>>>

 

 

 

 

 

 

INSERIAMO LE QUOTE NEL DISEGNO

Teniamo conto che la pupilla dovrà avere un diametro di 25 mm e dobbiamo costruire una lente di diametro di 60 mm. Possiamo costruire una lente anche di 65 mm di diametro ma questo ci obbligherà a confrontarci con spessori al centro maggiori (lente positiva). La costruzione della lente sarà la terza parte del disegno!!

Ogni quota è un VINCOLO.

Determiniamo il diametro della pupilla.

  • Selezioniamo la linea orizzontale e il CENTRO ORIGINE ASSE (che diventeranno verdi)
  • Selezioniamo il VINCOLO di quota lineare

  • Ci apparirà una finestra di dialogo al centro dello schermo che ci invita a inserire la quota e una indicazione della quota (questo ultimo parametro non è obbligatorio anche se consigliato)

  • Nella finestra inseriamo 25/2 (in pratica noi stiamo quotando sul disegno il raggio della pupilla che abbiamo stabilito essere di 25 mm).
  • Indichiamo come nome: RAGGIO PUPILLA
  • Confermiamo premendo sul pulsante OK

Nello stesso modo inseriamo le rispettive quote:

Risultato finale dopo avere trascinato le quote (scritte in rosso)in posizione leggibile

Per inserire il Diametro della posizione del cristallino selezioniamo la sede del cristallino (1) con il centro di orientamento assi (2)

La quota da inserire sarà di 60/2= 30 mm.

Risultato finale con le quote:

CI SIAMO…MANCA POCO!!!

Il nostro disegno (profilo) è quasi pronto ma dobbiamo verificare le due regole fondamentali per eseguire una LAVORAZIONE.

  1. IL DISEGNO DEVE AVERE PROFILI CHIUSI
  2. IL DISEGNO NON DEVE AVERE LINEE INTERSECANTI
  • ENTRAMBE LE CONDIZIONI DEVONO ESSERE “VERE

Purtroppo mentre per la prima condizione questo è VERO non lo è per la seconda

Qui sotto vengono rappresentate le linee o le entità che sono in disaccordo con la regola:

Vediamo come fare:

 

 

  • selezioniamo come abbiamo visto il punto estremo della linea e l’arco interno (devono cambiare il colore in verde)
  • selezioniamo il VINCOLO indicato dalla freccia

 

 

 

 

Otterremo un risultato finale di questo tipo: 

 

  • Notare il simbolo tipico del vincolo tra il punto della linea e l’arco considerato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FACCIAMO PULIZIA!!!

Per completare il profilo dobbiamo liberarci delle linee che non fanno parte del disegno. Per fare questo dobbiamo agire in questo modo:

  • selezioniamo L’ENTITA’ “TAGLIA

 

Selezioniamo la seguente linea che diventa GIALLA e premere con il tasto sinistro del mouseOttenendo il seguente risultato:

A questo punto si preme ESC per uscire dalla modalità di TAGLIO

  • Si selezionano con il tasto SX del MOUSE le seguenti entità tenendo premuto il testo CTRL come da immagine sotto riportata:
  • Si preme il tasto CANC o DEL

Siamo arrivati a questo punto del nostro disegno:

Non dobbiamo fare altro che applicare la FUNZIONE di RIVOLUZIONE intorno all’asse orizzontale per ottenere il solido:

vediamo come (anche se questa operazione è già stata applicata con la sclera)

  • Cambiamo l’ambiente di lavoro in PART DESIGN

 

 

 

 

 

  • Chiudiamo il disegno

 

 

 

 

  • Clicchiamo su “Azioni

 

 

 

 

 

 

  • Cliccare su “Rivoluzione

 

 

 

 

 

 

  • Si apre una finestra di dialogo dove bisogna assicurarsi di:
  1. avere selezionato la voce “asse orizzontale dello schizzo
  2. inserito angolo di 180°
  3. spuntato la voce “Invertito
  4. confermando su “OK” avremo il seguente solido   5

 

                                                                           

 

Seguici su:
Questa voce è stata pubblicata in Post di Tiziano, Senza categoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.